cerido

Centro Ricerca Documentazione Artistica - Network
Archivio Biblioteca: Borgo S. Antonio 48 - Fiumicello UD
e-mail cerido@gmail.com

NETWORK CERIDO 2017

CERIDO ARS NEWS

(Info & promo eventi arte, cultura, musica, comunicati)

 L’Associazione “Seghizzi” (in collaborazione con il CeRiDo) indice una mostra collettiva aperta di pittura in occasione delle manifestazioni musicali internazionali che avranno luogo a Gorizia dal 17 al 24 luglio 2017. Sede espositiva: la Galleria Seghizzi nella sede dell’Associazione Seghizzi a Gorizia in Corso Verdi 85. Durata della mostra da domenica 9 luglio (inaugurazione) a martedì 15 agosto 2017 con apertura quotidiana. La centralità e la novità della sede unitamente alla presenza di un migliaio di persone partecipanti agli Eventi Seghizzi rendono la mostra interessante per tutti gli artisti che intendono proporsi. Alcune regole fondamentali.

  1. Ogni artista può esporre una sola opera senza limiti di stile o tecnica.
  2. Iscrizione e partecipazione alla mostra sono del tutto gratuite
  3. I candidati dovranno inviare tramite e-mail entro il 25 giugno 2017

(a)    una foto digitale (anche in bassa definizione) dell’opera proposta per la mostra

(b)   nome e cognome; località di residenza

(c)    le misure dell’opera

(d)   eventuali caratteristiche specifiche dell’opera

(e)    eventuale titolo dell’opera

  1. Entro il 27 giugno 2017 una commissione di artisti ed esperti provvederà a selezionare fino ad un massimo di 25 opere.
  2. Gli artisti provvederanno a recapitare o portare le proprie opere nella sede espositiva sopra citata fra domenica 2 luglio e mercoledì 5 luglio.
  3. La collocazione delle opere nello spazio espositivo della Galleria Seghizzi sarà curata indindacabilmente dalla commissione artistica selezionatrice.
  4. Apposite pagine web saranno dedicate agli Artisti ed alle opere selezionate, che saranno presenti anche sui programmi a stampa delle manifestazioni musicali internazionali Seghizzi.
  5. Il Comitato artistico ha facoltà di segnalare al comitato organizzatore alcuni degli artisti espositori per  allestire una mostra personale presso La Galleria Seghizzi entro i successivi dodici mesi.
  6. Dal 16 agosto gli artisti potranno ritirare le loro opere fino alla fine di agosto.
  7. E-mail di contatto, per informazioni ed invio dei dati richiesti al punto (2):        italo_montiglio@yahoo.com

 

ELENCO INIZIATIVE INTERNAZIONALI “SEGHIZZI” LUGLIO 2017

 

56° Concorso internazionale di canto corale

48° Convegno musicale e musicologico

29° Grand Prix Seghizzi

18° Trofeo di comnposizione

15° Festival Seghizzinregione – circuito concertistico nel Friuli Venezia-Giulia

13° Premio internazionale “Una vita per la direzione corale”

10° Trofeo delle Nazioni

  4° Premio “Poesia in Musica”

Daniele Bianchi: BRAIN SHAPED ROOMS

Installazione. Inaugurazione domenica 20 marzo 2016 ore 18. Fiumicello (UD) CeRiDo,  Borgo S. Antonio 48. Sarà in seguito visitabile ogni domenica dalle ore 11 alle 13 ed ogni lunedì dalle ore 18 alle 20. In altre giornate aperto su richiesta scrivendo a Daniele Bianchi <danx.bianchi@gmail.com>

 

Presentazione 

Il nuovo lavoro di Daniele Bianchi si inserisce a tutti gli effetti nel glorioso italico solco dell’ “arte povera”, anche se va precisato che di “povero” ci sono solo i materiali, perchè il risultato è invece ricchissimo di idee, spunti, suggestioni. Di primo acchito colpisce il contrasto fra rigore compositivo unitario dell’insieme ed eterogeneità delle singole parti, insomma fra ordine e caos. La cosa risulta ancora più evidente rispetto alle precedenti esperienze dei “teatrini” dello stesso Autore. Qui infatti le ampie dimensioni spaziali hanno consentito all’Artista di arricchire la sua creazione con molteplici percorsi e richiami: da quello evidentissimo dei numeri iniziali della successione di Fibonacci (rigoroso consolidato razionale caposaldo interpretativo delle realtà naturali, artistiche ed umane) alla già citata arte “povera” (Mario Merz in primis), dalle Metamorfosi di Ovidio (con una cosmogonia de-mitizzata e de_eroicizzata) alle propaggini psicoanalitiche del mondo onirico (più Fromm che Freud), dai tracciati sottotesto e sottintesi di una grande cinematografia (Lynch, Von Trier, Bunuel) alle onnipresenti e amatissime sonorità rock (dai Nirvana allo sperimentatore per eccellenza Alvin Curran). Insomma sembrerebbe di tutto e di più, ma è la mano felice dell’Artista Daniele Bianchi che raccoglie in unità formale un mondo così variegato, consentendo di sfogliare con gli occhi le pagine metaforiche di un’opera tutta da vedere e gustare. Daniele Bianchi dunque conferma un’eccezionale vena creativa che riesce a mediare il suo ampio e profondo background culturale con le esigenze spettacolari della fruizione artistica di un pubblico curioso e sensibile agli stimoli estetici. Si tratta alla fin fine di un gioco intellettuale e percettivo, in cui l’artista si limita a suggerire, lasciando al visitatore il piacere di costruirsi il proprio filo rosso oppure di farsi catturare da singole suggestioni, che in questa nuova grande opera sicuramente non mancano. (italo Montiglio)

Sergio Ferrari, INCONTRI (13-29 giugno 2015)

In collaborazione con il CeRiDo sabato 13 giugno 2015 alle ore 12.30 a Gorizia nella Galleria Seghizzi in Corso Verdi 85  è stata inaugurata la mostra fotografica “Incontri” di Sergio Ferrari. La mostra, curata dalla giornalista e scrittrice Marina Silvestri, è stata presentata da Paolo Cartagine, vicepresidente del Circolo Fotografico Triestino. L’esposizione rimarrà aperta fino a lunedì 29 giugno con i seguenti orari: lunedì e venerdì dalle ore 10 alle 14; mercoledì dalle ore 14.30 alle 18.30; martedì e giovedì dalle ore 10 alle 12; sabato e domenica su richiesta. Ingresso libero.

Sergio Ferrari, nato a Trieste nel 1946,  ha studiato  lingue all’Università di Trieste. Dal 1966 comincia a interessarsi di fotografia. Dopo avere realizzato alcuni servizi in Francia, Algeria e Irlanda del Nord, nel 1972 inizia a lavorare come fotografo per Giornalfoto di Trieste, agenzia del quotidiano Il Piccolo. In seguito sceglie la fotografia indipendente lavorando come fotoreporter corrispondente dell’ Associated Press e per varie testate locali e nazionali come Il Meridiano di Trieste,Il Messaggero Veneto, Il Gazzettino, l’Unità, la Domenica del Corriere, Epoca. Dopo alcuni anni affianca alla macchina fotografica la cinepresa 16mm lavorando per l’Agenzia Alpe Adria di Trieste e per la RAI. Nel 1986 presenta la mostra personale “36 scatti” e, assieme ad altri fotografi, collabora a un volume sugli Sloveni in Italia edito dal Centro Culturale di Ronchi dei Legionari. Nel 1982 assieme a Davorin Krizmancic apre Foto Kroma, un’agenzia che fornisce servizi fotografici per il quotidiano Primorski Dnevnik. Successivamente dal 1995 al pensionamento, lavora alla sede RAI di Trieste come operatore di ripresa. È uno dei fotografi del libro del “1954-2004 : dodici fotoreporter a Trieste” edito dalla Regione FVG.  Le sue immagini sono stato oggetto di mostre e incontri alla Casa Carsica di Repen e al Circolo Fotografico Triestino. Nel suo archivio personale ci sono negativi, diapositive e foto digitali che abbracciano cinquant’anni di attività.

 

Presentazione della mostra

      Venti immagini rigorosamente in bianco e nero. Una scelta di stile sulla quale i maestri della fotografia  ampiamente discettano da quando l’uso della pellicola colore permise di ritrarre la realtà così come l’occhio la percepisce. Colore che ‘satura’ le potenzialità di veicolare informazioni, privando di atmosfera e di ‘allure’ il soggetto ripreso e il contesto. Colore come limite del reale, bianco e nero come realtà dilatata che può includere i dati di senso che il fotografo intende tramettere e di memoria individuale che ciascun lettore metterà di suo. Come profondità spaziale e storica.

      Le foto di Sergio Ferrari proposte in questa mostra, realizzate per la maggior parte negli anni Settanta e Ottanta, sono documenti fra cronaca e antropologia, capaci di innescare un sentimento collettivo di nostalgia, intesa come dolore per il tempo che non ritorna, dolcezza per ‘come eravamo’, rimpianto per i sogni rimasti tali;  moto d’animo che si rafforza al confronto con gli scatti più recenti che documentano la permanenza di momenti sociali e abitudini passate, nel nostro mondo in rapida, frenetica, trasformazione.

       L’uso frequente del grandangolo è una questione di sintassi e di sguardo. Per non ingannare la realtà, per non rubare l’attimo all’insaputa. È un bisogno interiore di stare dentro la realtà ritratta. Di farsi ‘sguardo ‘inclusivo’. Così, la soggettività  - e la complicità delle persone  presenti nell’immagine – concorre a fare della fotografia qualcosa di più del ricordo di un istante, mentre la luce discreta rende ‘assoluti nella loro normalità’ giorni come altri, e diviene memoria collettiva. Rimanda a condivise stagioni della vita.

La curatrice

Mostra "Alberto Delbianco non solo fumettista"

In collaborazione con il CERIDO domenica 12 aprile 2015 alle ore 11.00 presso la Galleria “Seghizzi” di Corso Verdi 85 è stata inaugurata la mostra “Alberto Delbianco non solo fumettista”. Introduzione di Alessandra Rea e presentazione a cura di Antonella Delbianco. La mostra rimarrà aperta fino alla fine di maggio maggio secondo il seguente calendario: lunedì e venerdì dalle ore 10.00 alle 14.00; mercoledì dalle ore 14.30 alle 18.30. Ingresso libero.

Collaborazioni del CeRiDo con l'Associazione Seghizzi

Domenica 25 gennaio alle ore 11.00 inaugurazione della  mostra personale di Daniele Bianchi "Teatri dell’OniricO” negli spazi espositivi della Sede dell'Associazione Seghizzi a Gorizia in Corso Verdi 85. La mostra rimarrà aperta lunedì e venerdì dalle ore 10.00 alle 14.00; mercoledì dalle ore 15.00 alle 18.00 fino al 25 febbraio 2015. INGRESSO LIBERO.

Il CeRiDo ha riattivato nel corso del 2014 la collaborazione con l'Associazione Seghizzi in particolare nella realizzazione delle mostre mensili d'arte presso la sede di Gorizia in Corso Verdi 85. Si ricorda la prima mostra (ottobre-novembre 2014) "Flash b/n" di Lorenzo Marega e la seconda (dicembre 2014 - gennaio 2015) "Natural_Mente" di Andrea Salmone. Domenica 25 gennaio 2015 alle ore 11.00, sempre nella sede goriziana, sarà inaugurata la mostra d'arte contemporanea di Daniele Bianchi, che rimarrà aperta fino al 25 febbraio. Per orari ed informazioni ulteriori si può consultare la pagina del gruppo facebook "Members of Cerido for Contemporary Art" oppure la home page dell'Associazione Seghizzi http://www.seghizzi.it

 

24 maggio 2014

RETRACE di Daniele Bianchi, retrospettiva 1993-2013

In collaborazione col Cerido  sarà inaugurata una mostra di arte contemporanea nella sede dell'Associazione Seghizzi a Gorizia in via Buonarroti 28, dal 13 al 22 luglio prossimo. Daniele Bianchi, RETRACE. An exhibition of contemporary art in our offices in Gorizia, Via Buonarroti 28, July 13 to 22. Daniele Bianchi, RETRACE. 

 

 Allusioni, simbologie, contaminazioni, citazioni, echi, parodie, parafrasi, incroci tra letteratura, arte, cultura, politica, società, autobiografia; tutto questo ed altro ancora è l’opera di Daniele Bianchi, artista milanese che a Gorizia, negli spazi espositivi dell’Associazione Seghizzi (via Buonarroti 28), dal 13 al 22 luglio prossimo, presenta una retrospettiva della propria produzione artistica. Una cinquantina di opere che coprono un ventennio di attività (1993-2013). La complessa personalità dell’artista e la molteplicità delle fonti d’ispirazione si riflettono nella multiforme fenomenologia delle tecniche e dei materiali: dalla pittura al collage, dalle opere materiche alle mini-installazioni, dalla scultura alla grafica. Eppure nonostante tutto c’è un filo conduttore che lega la disparata molteplicità ed è la reattività dell’artista nei confronti della realtà, senza retorica, con sguardo impietoso sul mondo, sull’umanità ed anche su se stesso. Senza pietismi e senza lamenti, senza ira e senza gioia. Quasi un’indagine anatomica degli spezzoni di vita propri ed altrui. L’artista non si arrende, ma piuttosto sembra sublimare e metabolizzare le passioni attraverso l’esperienza estetica. Un ragionare con le forme e con i colori. In qualche modo riflette sul mondo proprio ed altrui con la passione disincantata di un anatomopatologo, che seziona soprattutto ciò che è andato alla deriva, lo raccoglie e lo innesta in contesti differenti, facendolo così rivivere. Emblematici in questo senso gli enigmatici “teatrini” realizzati rigorosamente con materiali abbandonati, coi relitti di una società opulenta, con le tracce consunte di vite e cose dimenticate e disperse. Così nel bazar del consumismo quotidiano ciò che è rifiutato, rimosso e respinto riprende, seppure solo per l’arte, nuova dignità. (Oltai Lindenberg)

GAMMA RAY BURST GALAXY - EXHIBITION

Dal 17 marzo al 30 aprile 2013 è aperta la mostra "Gamma Ray Burst Galaxy" presso il CeRiDo di Fiumicello. In esposizione un'originale installazione di Bandal Ki Jene (alias Daniele Bianchi) e Tli Loog Tiao Min (alias Italo Montiglio). Il primo presenta un'articolata composizione materica "La dea bianca" mentre del secondo sono proiettati su vari schermi gli ultimi lavori "Digital Paintings - De_Composizione". Per l'evento è stata attivata una specifica pagina su facebook mentre i lavori di Oltai Italo Tli Loog ... sono visibili su Flickr.

  

FATA - Dubois, Kransnjywsky, Sedrevic (Art performance) visitabile su richiesta fino al 31 maggio 2012

 

La mostra parte dal concetto e dalla ricca simbologia storica dei quattro elementi (Fuoco, Acqua, Terra, Aria: F.A.T.A) ed è distribuita fra i tre spazi espositivi del Cerido di Fiumicello (UD), in Borgo S. Antonio 48,  prendendo spunto dalle suggestioni delle opere di due artisti, il pittore J. Pollock ed il musicista J. Cage, dei quali ricorre quest’anno il centenario della nascita, e sviluppandosi nella rivisitazione degli stessi temi da parte di tre artisti (Isabelle Dubois, Helmut Krasnjywsky, Radovan Sedrevic). L’intreccio dunque fra diversificate forme d’arte e differenti autori sullo stesso tema costituisce il filo conduttore di questa mostra che sarà aperta da sabato 14 aprile presso la sede del Cerido, a Fiumicello UD in Borgo S. Antonio 48. Orario:  ore 17-19. Amiche, amici, curiosi e simpatizzanti sono invitati alla festa d’inaugurazione, collocata alla fine ufficiale della mostra, come una storia a ritroso e a rovescio, sabato 21 aprile alle ore 19.00. Pagine web di riferimento http://cerido.webs.com , http://unitart.webs.com L’esposizione è inserita nel calendario ufficiale della XVI settimana della cultura, promossa dal Ministero dei Beni Culturali.

 

CERIDO membro fondatore di INTERNETWORK UNITART

Cerido ha il piacere di annunciare la creazione di INTERNETWORK UNITART, di cui è membro cofondatore assieme ad altre cinque istituzioni o associazioni. Siamo presenti in internet con una pagina specifica su Facebook all'indirizzo http://www.facebook.com/unitart  ed inoltre con la home page di Unitart all'indirizzo  http://www.unitart.webs.com, nella quale troverete dettagliate informazioni sugli obiettivi di UNITART.

 

“vi_Art” di sere e di gnôt, da domenica 22 gennaio

 

ViArt. Il titolo gioca allusivamente sul significato friulano del termine (“aperto”) e sulla sua composizione lessicale (via e arte),  per cui possiamo parlare di “arte in strada” o anche di “strada d’arte”. L’originale iniziativa culturale del CeRiDo, il centro fiumicellese di promozione dell’arte contemporanea, offre la possibilità di visitare una mostra in orari insoliti (quelli serali-notturni) e secondo un’insolita modalità. Finestre e porte del Centro consentono infatti di “guardar dentro”, diventando vetrine attraverso cui si può liberamente curiosare e osservare le esposizioni in corso ed una retrospettiva di quelle passate. Gli orari serali-notturni favoriscono una visione “illuminante” ed “illuminata” delle installazioni e delle opere in mostra. Lo stesso cancello d’ingresso e la facciata del CeRiDo si presentano inoltre come cornice scenografica, creando una gradevole atmosfera cromatica, una sorta di teatro all’aperto. Anche passarci semplicemente davanti e magari buttare un’occhiata agli interni (senza dover chiedere il permesso a nessuno) può rappresentare un’esperienza gratificante di approccio con l’arte d’oggi. Sulla home page del Centro ( http://cerido.webs.com ) saranno predisposte schede specifiche di presentazione dei vari spazi e e dei relativi contenuti artistici. Il CeRiDo ha sede in Borgo S. Antonio 48 a Fiumicello (UD) e “vi_Art” sarà aperta fino alla fine del mese di febbraio, ogni venerdì, sabato e domenica dalle ore 18.00 alle 24.00 a partire da domenica 22 gennaio (un vin brulè non mancherà  per gli intrepidi visitatori della giornata inaugurale).

 

CERIDO EXPO DICEMBRE2011 - MARZO 2012 : DNA Dump No Art

Sabato 17 dicembre alle ore 18.30 nella sede del CeRiDo a Fiumicello UD in Borgo S. Antonio 48 inaugurazione dell’ultima serie espositiva. La mostra, intitolata DNA Dump No Art, presenta installazioni e opere di Daniele Bianchi (uniDenTified_suitecAses) e di Italo Montiglio “ConFabulAzioni”. La mostra rimarrà aperta fino a tutto il mese di marzo 2012 con ingresso libero. Ogni mese però saranno apportate significative trasformazioni ed integrazioni, come si addice ad un reale work in progress. Date ed orari mensili di accesso saranno resi noti sulla home page del cerido http://cerido.webs.com

 

CERIDO EXPO NOVEMBRE 2011: OPERE DI BIANCHET, CADAMURO, MILIC, OLIVARES

Inaugurazione martedì 1 novembre ore 18.30 nella sede del CeRiDo a Fiumicello (UD) in Borgo S. Antonio 48. In esposizione opere di Giorgio Bianchet (Pordenone), Alessandro Cadamuro (Venezia), Zdravko Milic (Albona, Croazia), Manuel Olivares (Napoli). Aperto tutti i week-end di novembre (sabato -domenica) dalle ore 17.00 alle 20.00. Per visite in altre date ed orari telefonare al nr. 0481.547562 oppure scrivere e-mail a italo.montiglio@gmail.com 


CERIDO EXPO 2-29 ottobre 2011, Enza Voglio e Francesco Dau

FRANCESCO DAU - ENZA VOGLIO
Fiumicello UD, Borgo S. Antonio 48
inaugurazione della mostra domenica 2 ottobre ore 18.30
Al termine della vernice sarà gradita la vostra partecipazione anche all'amichevole pastasciuttata, come da consolidata tradizione del CeRiDo !!

Date e orari di apertura: 8-9 ottobre, 15-16 ottobre, 22-23 ottobre, 29 ottobre dalle ore 17-00 alle 20.00
In altre date e orari, su richiesta e prenotazione.

Gli stessi artisti espongono altre loro opere nella sede della Associazione "Seghizzi" a Gorizia (via Buonarroti 28) nei seguenti date ed orari: Lun, Mar, Gio, Ven dalle ore 10.00 alle 14.00; Mer dalle ore 15.00 alle 18.00

Francesco Dau (Cagliari). Di formazione accademica, la sua pittura, o meglio l'arte di questo artista sardo, è di impatto fortemente emotivo. L’artista opera in maniera decisamente istintiva, trascinando lo spettatore in vortici di pura energia. Sembra interagire con l’universo ed adoperando i colori li fa dialogare fra loro, creando forme magiche. Ci fa toccare con mano la materia. In sintesi la sua arte è materica allo stato puro.

Enza Voglio (Napoli). Ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Napoli, l'Artescuola di Calcografia, la Scuola libera di nudo. E' considerata una delle pittrici più interessanti di quest'ultima generazione, ha fatto mostre in Italia e all'estero ed è presente nelle più importanti pubblicazioni di arte. La sua pittura, personalissima sia nel colore che nel segno, si riallaccia alle concezioni spazialiste e all'astrattismo concreto.

CERIDO EXPO SETTEMBRE 2011 opere di Barrile, Dente e Kova

Post in corso di rifacimento

CERIDO EXPO AGOSTO 2011 con opere di Marchesini e Halloumi

Domenica 7 agosto 2011 alle ore 19.00 negli spazi espositivi del Cerido a Fiumicello (UD), Borgo S. Antonio 48 avrà luogo l’inaugurazione della mostra di arte contemporanea mensile con opere degli artisti bolognesi Giusy Marchesini e Abdessamad Halloumi. Abdessamad Halloumi, già noto non solo in Italia, ha realizzato per anni sculture con materiali riciclati come frammenti del quotidiano a memoria di un'azione consumata. Abdessamad si è poi lasciato affascinare dalla tecnica raku sconosciuta nel suo paese di origine (Marocco). Oggi  sta approfondendo questa tecnica al fine di farla conoscere anche nel proprio Paese, operando così una ricerca di profondo valore artistico e culturale. Giusy Marchesini, dopo un  percorso formativo nelle belle arti, seguito da una lunga pausa (dedicata alla famiglia ed al lavoro di naturopata), ha riscoperto da pochissimi anni l’arte plastica, utilizzando tecniche come raku, ceramica, terracotto e bronzo. Tra esse privilegia il raku, con il quale realizza opere di svariate dimensioni e lavori rappresentanti il corpo femminile. Celebri sono le sue ballerine, robuste ma leggiadre, alle quali affianca la produzione di pezzi unici d’arredamento, primitivi e raffinati al contempo. La mostra rimarrà aperta nelle seguenti date e orari: 13-14-15 agosto, 20-21 agosto, 27 agosto dalle ore 17-00 alle 20.00. Ingresso libero. In altre date e orari su richiesta e prenotazione. Per ulteriori informazioni contattare oltai.lindenberg@gmail.com cell. 335.8018607

Anna Utolpia Giordano, Luca Catellani, Danila Dalmonte espongono al Cerido nel mese di luglio

Sarà particolarmente gradita la Vostra presenza all'inaugurazione della mostra di arte contemporanea con opere degli artisti Anna Utopia Giordano (Milano-Napoli), Luca Catellani (Reggio Emilia) e Danila Dalmonte (Bologna) domenica 3 luglio 2001 alle ore 18.30 nella sede del Cerido a Fiumicello UD in Borgo S. Antonio 48.

Marcela Bracalenti e Raffaella Maria Sateriale espongono al CERIDO


La mostra proseguirà al Cerido tutti i week-end di giugno (sabato e domenica) dalle ore 17.00 alle 20.00. Ingresso libero. Altre opere delle due artiste sono in esposizione nella sede dell'Asssociazione Seghizzi a Gorizia in via Buonarroti 28 con i seguenti orari: lun, mar, gio, ven dalle ore 10.00 alle 14.00; mer dalle ore 15.00 alle 18.00

CERIDO EXPO MAGGIO 2011: Matta, Lascialfari, Di Caterino, Ardau


INGRESSO LIBERO.
Per visite in date ed orari diversi da quelli sopra riportati, contattare la presidenza del Cerido
e-mail italo_montiglio@yahoo.com    Cell. 335.8018607

GUARDA IL NOSTRO ARCHIVIO FOTOGRAFICO SU FLICKR-YAHOO

CERIDO EXPO APRILE 2011

Domenica 3 aprile 2011 alle ore 18.30 nella sede del Cerido in Borgo S. Antonio 48 a Fiumicello (UD), inaugurazione della mostra CERIDO EXPO APRILE 2011 con opere di Andrea Antoni (Monfalcone GO), Simone Paulin (Fiumicello UD), Elisabetta Visentin (Vimercate MB). La mostra rimarrà aperta a Fiumicello tutti i week-end dalle 17.00 alle ore 20.00 . La mostra è stata inserita nella XIII Settimana della cultura, promossa ed organizzata dal Ministero dei Beni Culturali.

Simone Paulin, Andrea Antoni e Daniele Bianchi esporranno inoltre una trentina di loro opere nella sede dell'Associazione Seghizzi a Gorizia in via Buonarroti 28 nelle seguenti date e orari: lun, mar, gio, ven dalle ore 10.00 alle 14.00; merc dalle 15.00 alle 18.00
La mostra è stata inserita nella XIII Settimana della cultura, organizzata e promossa dal Ministero dei Beni culturali.

CERIDO EXPO 2011

Da marzo a dicembre 2011 il CERIDO presenta un fitto calendario di mostre, il CERIDO EXPO 2011, una Rassegna Nazione di Arte contemporanea. 32 artisti di dieci regioni su due sedi espositive: quella del CeRiDo e quella dell'Associazione Seghizzi a Gorizia. Ingresso, come sempre, gratuito. Guardate i calendari mensili di questa home page (Alerts & News) e aderite a questo evento su Facebook.

 

Abdessamad HalloumiBolognaDi Caterino MimmoCagliari
Antoni AndreaMonfalcone (GO)Giordano AnnaMilano
Ardau BarbaraCagliariGon ElisabettaMariano del Friuli
Barrile RomyGenovaLascialfari CeciliaFirenze
Benassi SauroBolognaMaras AmedeoFiumicello (UD)
Bianchet GiorgioPordenoneMarchesini GiusyBologna
Bianchi DanieleFiumicello (UD)Matta MarcoNapoli
Bracalenti MarcelaPisaMilic ZdravkoAlbona (Croazia)
Cadamuro AlessandroVeneziaMontiglio ItaloGorizia
Catellani LucaReggio EmiliaOlivares ManuelNapoli
Cova D. (Kova)GenovaPaulin SimoneUdine
Dalmonte DanilaCastel S. Pietro (BO)Rovati AveMonfalcone (GO)
Dau FrancescoCagliariSateriale Raffaella M.Pisa
De Luca NicolaCrotoneSeghizzi CeciliaGorizia
Demi Anna LisaLivornoVisentin ElisabettaVimercate  (MB)
Dente EnzoGenovaVoglio EnzaCagliari

Visita al Cerido dei rappresentanti delle Istituzioni in partnership


Domenica 19 dicembre hanno visitato le strutture del Cerido i rappresentanti delle Istituzioni giovanili europee (Slovenia, Romania, Polonia, Lettonia, Italia) unite al Cerido da un progetto di formazione approvato e sostenuto dall'Agenzia Nazionale Giovani per conto della corrispettiva Commissione Europea. Visitate le mostre e compiuto un giro turismo a Fiumicello ed Aquileia, i rappresentanti sono ripartiti per darsi appuntamento in febbraio, data di realizzazione del corso, a cui parteciperà una trentina di giovani provenienti dalle Nazioni sopra citate.

GUARDA LE FOTOGRAFIE - SEE PHOTOS

Dal 7 novembre il TRITTICO di Oltai al CeRido

Negli spazi d’arte del Cerido in Borgo S. Antonio a Fiumicello UD domenica 7 novembre 2010 alle ore 18.30 inaugurazione del Trittico: la Gabbia, la Tavola, il Tempio. Tutte tre le strutture presentano un duplice comune denominatore: il tempo disarticolato ed il rational chaos, attraverso contaminazioni molteplici in un gioco di specchi, reali e simbolici, che riflettono una realtà disgregata e confusa o appositamente creata per disgregare e confondere. A partire dalla Tavolazza (Red Table Theater), passando per il Tempio barocco di Babele (Baroque Babel Temple) per arrivare alla Gabbia del mondo (Cheba de mati), l’umanità si dipana e si svela nelle sue continue contraddizioni e commistioni, tra ironia e surrealismo. Il trittico segna una svolta nell’opera di Oltai Italo Montiglio, che approda alla oggettualità, lasciando alle immagini digitali soltanto il compito di espansione ed elaborazione grafica dei lavori esposti, una sorta di ulteriore specchio e di rimando dalla bidimensionalità alla tridimensionalità e viceversa. Non mancano le suggestioni di provocatorie allusioni create da accostamenti e contestualizzazioni non canoniche fra oggetti. materiali, forme e colori. L’esposizione sarà integrata da una ricca mostra di giochi dell’ingegno, come altro versante dell’idea ludica.

  

La mostra rimarrà  successivamente aperta ogni domenica ed ogni festività di novembre e dicembre 2010 dalle ore 17.30 alle 20.00. Contemporaneamente sarà visitabile anche la mostra permanente delle opere dell’artista Daniele Bianchi.

Guarda su Flickr un set fotografico con immagini della mostra e variazioni digitali sul Baroque Babel Temple.


italo_montiglio@yahoo.com
cell. 335.8018607

 

Dal 3 al 31 ottobre una mostra "musicale" di Mariano Di Clemente

Mariano Di Clemente, Lo Schiaccianoci
Mostra di arte fotografica digitale astratta
Inaugurazione domenica 3 ottobre, ore 18.30
Sala esposizioni del Cerido
Borgo S. Antonio 48,  33050 Fiumicello (UD)
La mostra prosegue nelle seguenti domeniche
10, 17, 24, 31 ottobre, orario 17.30 – 20.00

http://cerido.webs.com/
e-mail italo_montiglio@yahoo.com
Cell. 335.8018607

IGNAZIO ROMEO, opere

12, 19, 26 settembre 2010, dalle 17.30 alle 20.00
Cerido, Borgo S. Antonio 48, Fiumicello UD

Inaugurazione della mostra:
5 settembre 2010, ore 18.00

in collaborazione con virtualGmuseum (P.D. Redfern)

Ignazio Romeo si avvicina alle arti visive dopo avere frequentato i territori creativi della musica e del teatro. All`inizio degli anni `80 esigenze professionali lo portano a cimentarsi con segni e colori, inizia la frequentazione con la serigrafia e la successiva specializzazione nei preziosi effetti pittorici che questa tecnica di stampa permette. Parallelamente Romeo inizia il proprio percorso di ricerca di matrice concettuale: all`ideazione, al progetto, Romeo lascia un ampio spazio, e il successivo realizzarsi delle proprie opere diventa il materializzarsi dei propri sogni. Scopre la ridimensione e nuovi materiali: soprattutto i metalli (ferro, alluminio, bronzo, occasionalmente il legno e le resine). Esprimendosi contemporaneamente con la serigrafia e la scultura crea diversi cicli di opere.

Home page di Ignazio Romeo http://www.ignazioromeo.eu/
L'evento su facebook

Principali mostre personali:
LE SCALE, Castello di Gorizia, 4 settembre - 2 ottobre 1993
SOGNI, SCULTURE E SERIGRAFIE,  Palazzo Torriani - Gradisca d`Isonzo (GO), 4 dicembre 1994 - 6 gennaio 1995
GLI SCUDI, Cinema Vittoria – Gorizia, 28 aprile - 31 maggio 1997
GIOCO – RIFLESSIONE,  Museo di Documentazione della Civiltà Contadina Friulana, Farra d`Isonzo (Gorizia)
9 luglio - 4 settembre 1998
ALTRI RACCONTI, Teatro Comunale, Cormons (Gorizia), 28 aprile - 7 maggio 2000
UOMINI LEGGONO DONNE, Equilibri Libreria – Gorizia, 8 - 9 settembre 2000
DETTAGLI DI VITA VISSUTA, Equilibri Libreria – Gorizia, 5 aprile - 3 maggio 2003
CONFLUENZE MEDITERRANEE, "Garage" - Chaors (F), 25 marzo - 3 aprile 2005
GRADEVOLE, Sala A.I.A.T. di Grado - Grado (GO), 3 - 10 settembre  2005
XI EURART, Casa Morassi - Borgo Castello – Gorizia

Principali mostre collettive:
LIBERTÀ DEL LINGUAGGIO ... MEGLIO L`IMMAGINE, Galleria comunale "Leonardo da Vinci" - Cesenatico
7 - 13 dicembre 1993
INTERVALLI, XIII Premio "Sergio Amidei" - Castello di Gorizia, 28 luglio - 6 agosto 1994
LE STRADE DELL`ARTE, Comune di Trieste, Natale 1997
CONTEMPORANEA 98/SODOBNA UMETNOST, Avventure d`arte lungo il confine, Palazzo Locatelli, Cormons (Gorizia), Cormons – Romans, 1 - 25 ottobre 1998
HICETNUNC - Rassegna di Arte Contemporanea, Valvasone, 29 aprile - 21 maggio 2000
GIARDINO SCULTOREO, Terzo di Aquileia - Piazza Europa, 22 luglio - 1 ottobre 2000
NÉ DI VENERE NÉ DI MARTE, Borgo Colmello - Farra d`Isonzo, 17 dicembre - 16 gennaio 2000
GIARDINO SCULTOREO, Terzo di Aquileia - Piazza Europa, 14 luglio - 1 ottobre 2001
EXTRAVAGANTE, Spazio Culturale "G. Della Torre" – Gorizia, 19 gennaio - 3 febbraio 2002
EXTRAVAGANTE 2, Borgo Colmello - Farra d`Isonzo, 6 - 15 settembre 2002
SOTTO-SOPRA, Villa de Brandis - S.Giovanni al Natisone, 9 - 18 novembre 2002
UNDERGROUND, Enoteca "La Serenissima" - Gradisca d`Isonzo, 19 - 27 novembre 2002
MOSTRA COLLETTIVA, Ass. Coll. ANFORA - Terzo di Aquileia (UD), 8 - 22 giugno 2003
ALTREVOLTE, Biblioteca Statale Isontina di Gorizia – Gorizia, 23 giugno - 10 luglio 2003
DOBIARTEVENTI 2003 – EQUILIBRIO, Dobialab - Laboratori Creativi - Dobbia (Staranzano)
22 - 30 agosto  2003
ADDIZIONI, Sala Civica di Lucinico – Gorizia, 27 settembre - 5 ottobre 2003
CINEMA: FINZIONE E REALTÀ, Auditorium della Cultura Friulana – Gorizia, 24 gennaio - 14 febbraio 2004
ALLO SPECCHIO, Espace de Creation Contemporaine, "Santamaria-Staels" - Prayssac (F), 3 luglio - 31 luglio 2004
ENTRATA LIBERA, Borgo Castello 23 – Gorizia, 26 novembre - 19 dicembre 2004, 28 gennaio - 11 febbraio 2006
ARCIPELAGO 2006, Piazza della Transalpina – Gorizia, 1 - 8 luglio 2006

per ulteriori informazioni
italo_montiglio@yahoo.com
cell. 335.8018607

Fotografia digitale di Cristian Cecchi dall'8 al 29 agosto 2010 al Cerido

Cristian Cecchi – Italia
MOSTRA “I CINQUE SENSI”
fotografia digitale

Cerido, Borgo S. Antonio 48, 33050 Fiumicello UD
Inaugurazione della mostra domenica 8 agosto 2010, ore 19.00

La mostra proseguirà nelle seguenti date ed orari
sabato 14 agosto, ore 17.30-20.00
domenica 15 agosto, ore 17.30-20.00
domenica 22 agosto, ore 17.30-20.00
domenica 20 agosto, ore 17.30-20.00

Nato a Roma nel 1976 Cristian Cecchi attualmente vive ed opera a Gorizia. Fotografa da sempre, ma è negli ultimi anni che scopre il digitale che gli permette ulteriori espressività creative. Segnalato per merito al Concorso fotografico “Toscana Web 2008”. Ecco una sintetica presentazione del significato del lavoro dell’artista in esposizione al Cerido. “Pensare di ridurre la percezione a un semplice esercizio di registrazione sensoriale, sarebbe peccare di ingenuità: la percezione è un complesso processo cognitivo che assegna dei significati agli stimoli elaborati attraverso gli organi di senso, anche e soprattutto tenendo conto del proprio vissuto. L’autore sceglie di rappresentare gli organi di Tatto, Olfatto, Vista, Udito e Gusto adottando una distanza di ripresa che è quella di una coinvolgente intimità; compone poi le immagini attraversoleggere textures che si adagiano sull’epidermide, velano la luce e suggeriscono nuovi piani compositivi. Tale elaborazione conferisce loro una fascinosa intensità, un’aura che ci rimanda proprio a quei profondi meccanismi messi in opera dal nostro interagire con ciò che ci circonda.“

La mostra è curata e presentata da Paul David Redfern, uno dei pionieri italiani della Digital Art.

SET FOTOGRAFICO DELLA MOSTRA

E-mail cristian.cecchi@ilmioscatto.it

Home page http://www.ilmioscatto.it/ilmioscatto.it/Qualcosa_di_me.html

INAUGURATO IL CERIDO A FIUMICELLO - 25 MARZO 2010

Alla presenza del presidente del consiglio regionale Alessandro Tesini, dei rappresentanti della giunta comunale guidata dal sindaco Paolo Dean e di una folla proveniente da tutta la regione si è tenuto a Fiumicello, in Borgo Sant'Antonio, l'inaugurazione del Cerido Centro d'arte. Ad apertura della cerimonia il Coro "Perosi" di Fiumicello, quello della basilica di Aquileia e il "Seghizzi" di Gorizia hanno eseguito "O fortuna" dai Carmina burana di Carl Orff. Italo Montiglio, presidente del Cerido, ha portato il saluto del neocostituito Centro. Il sindaco Paolo Dean, ricordando l'adesione all'iniziativa del gruppo operativo del Borgo e di molti fiumicellesi, ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa che "qualifica culturalmente - ha detto - l'intera comunità e il territorio" A sua volta il presidente Tesini ha evidenziato l'importanza sociale di una struttura che attraverso l'arte promuove e offre opportunità per una qualità migliore della vita civile e individuale. È stato lo stesso Tesini a premiare i vincitori del 2° concorso internazionale "Pellegrino Artusi": Alberto Giglioni di Firenze, Sonia Sirsen di Trieste, Barbara Guzzon di Ferrara, Alessandra Bonutti di Udine, Maria Scalabrin di Padova, Stefano Bernardi di Treviso, Antonio Pacini di Pistoia. Sergio Tavano, storico dell'arte, ha infine presentato la mostra "Le stagioni del colore" di Cecilia Seghizzi, atto ufficiale di nascita del Cerido, mettendo in luce il fascino dell'opera dell'artista isontina, che, alle soglie del secolo di vita e di 50 anni di produzione artistica, esibisce caratteri di rinnovamento stilistico. La stessa artista ha voluto esprimere la propria felicità e l'onore di contribuire con la propria opera a inaugurare un centro d'arte del tutto speciale. La cerimonia si è conclusa con il tradizionale taglio del nastro, a cui è seguita la visita della mostra di pittura, un'ottantina di opere dagli anni Settanta a oggi, distribuite nelle 12 aree dell'edificio. La mostra resterà aperta a partire da lunedì 26 marzo fino a tutto maggio, ogni giorno dalle 18 alle 20 (la domenica dalle ore 16 alle 20).